Sei in » Cronaca
12/04/2017 | 19:44

L'aggressore nigeriano accusato di aver accoltellato un 16enne di Galatone questa mattina ha risposto alle domande del giudice. Si Ŕ mostrato pentito di quanto accaduto. L'episodio risale a sabato scorso, nei pressi di un supermercato.


L'agressione sarebbe avvenuta con un coltello


Galatone. Si è svolta in mattinata, l'udienza di convalida dell'arresto del cittadino di origini nigeriane, accusato di avere accoltellato un 16enne di Galatone, all'esterno di un supermercato. Il gip Simona Panzera ha confermato la misura cautelare del carcere per Kevin David, 32 anni. L'indagato risponde dell'accusa di lesioni aggravate ed è assistito dall'avvocato Fabrizio Pisanello.
 
Il nigeriano ha risposto alle domande del giudice, dalla Casa Circondariale di Lecce. Egli ha confessato di avere colpito con un temperino un giovane galatonese e si è mostrato pentito, chiedendo scusa per il gesto inconsulto. David ha anche precisato di essere stato provocato e di non avere rivolto apprezzamenti nei confronti della compagna del ragazzino.Il 32enne ha affermato di aver chiesto alla coppia se aveva bisogno di una mano per portare la spesa. Il ragazzo di Galatone avrebbe però risposto in malo modo, colpendo l'uomo con calci e pugni. A quel punto, la violenta reazione e l'accoltellamento con l'arma improvvisata.
 
L'episodio si
è verificato a Galatone, nella tarda mattinata di sabato scorso. Intorno alle 12.30, nei pressi dell’Eurospin di via Cairoli, Kevin David, secondo alcune testimonianze, avrebbe  "provocato" una ragazza minorenne che si trovava lì vicino. Era presente anche il giovane fidanzato, il quale non avrebbe gradito le parole dell'uomo. La situazione sarebbe degenerata nel giro di pochi minuti. David  ha tirato fuori un taglierino e si è scagliato contro il 16enne, ferendolo all’addome e al volto. Per fortuna, le ferite non sono state molto profonde e tanto gravi da porre il ragazzo in pericolo di vita. Trasportato presso l’ ospedale Vito Fazzi di Lecce è stato dimesso nel giro di poche ore.  
 
L
’aggressore, invece, si è dato alla fuga, ma i Carabinieri della Stazione di Galatone e del Norm di Gallipoli, intervenuti sul posto, l'hanno rintracciato ed arrestato. All’esito della perquisizione personale, occultato nei pantaloni è stato rinvenuto e sequestrato un taglierino. Il 32enne, è già conosciuto dalle forze dell'ordine a causa di precedenti per minaccia, lesioni e rapina.




Autore: Angelo Centonze

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |